Partecipa anche tu a Pratoreporter.it! - Dai il tuo contributo, fai sentire la tua voce! - Vuoi essere un giornalista, noi ti diamo la possibilità! - Vuoi bene alla tua città comunicaci le cose che non vanno e quello che vuoi mettere in risalto!
Logo Pratoreporter

"Notizie di Redazionale su Prato"

Sabato, 30 Maggio 2020 - aggiornato alle 7:37

| Iscriviti gratis al giornale | Visite totali: 1.638.231 - Pagine viste: 17.865.764

90! Tombola! La paura........ di RIDERE!

Per la tua pubblicità qui

17.407

194.845

406

1.745

Sponsor

Creazione siti web

Di cosa parliamo..

Articoli simili pubblicati

  • Torna indietro
    Redazionale 20/12/2010 alle 11:55 Firma: Paolo Calamai Direttore Responsabile Stampa articolo

    E GIUSTO TOLLERARE LA PROTESTA DEI GIOVANI?

    E GIUSTO TOLLERARE LA PROTESTA DEI GIOVANI?

    Editoriale del direttore

     

    Caro onorevole Gasparri,  ex missino, ex  di alleanza nazionale, e ora Presidente del gruppo del Pdl alla Camera dei deputati;  i Tribunali speciali non ci sono più in Italia, sono caduti con la caduta del   fascismo! Grazie alla guerra di liberazione e alla resistenza e a milioni di morti che sono caduti, per garantire la libertà e la democrazia a tutti gli  Italiani. L’Italia è un Paese per vecchi, sono da parecchi anni che lo dichiariamo, ma c’è da stare molto accorti sia al linciaggio mediatico che accompagna le manifestazioni  e i movimenti universitari, che scendono in piazza, con le calunnie vomitate dai soliti politici,  cani sciolti da guardia, contro una protesta che deve essere  certamente pacifica,  creativa, intelligente, bella e non eversiva. Se continuiamo a discriminare tutto ciò che può essere, controllato democraticamente,  utile al confronto, è davvero preoccupante. Significa che il Paese invecchia molto male, nel rancore, nell’egoismo, nell’inciviltà dei comportamenti. La nostra industria è basata  ancora sulla manifattura a basso livello di tecnologia. Decrepita nella cultura e nell’informazione, con la metà degli investimenti su ricerca e università, e meno della media dei laureati  sulla media europea, ciò un terzo nel confronto con Germania e Francia, con indici di lettura africani. In Italia è vecchia anche la maggioranza dei giovani ,  dei nostri politici, cresciuti  in mezzo alla pattumiera  televisiva, rassegnati al fallimento,  come stile di vita e a campare di paghetta fino a quaranta anni e oltre, fra le forfore dei nonni.  Quindi se la nostra  meglio gioventù scende in piazza e ci costringe a parlare di  argomenti seri, bisogna far festa, abbracciarli uno a uno. Reclamano  un diritto da cittadini democratici , il diritto allo studio. Non si lamentano senza far nulla, come la maggioranza dei sudditi  di questo ridicolo attuale  regno. Anche in questa occasione , alcuni gruppi “sfascisti” chissà come e perché sono riusciti ad infiltrarsi creando danni alla cosa  privata e pubblica, mettendo in discussione la manifestazione stessa,..  Questi  infiltrati,  vanno condannati, e processati…SIAMO TUTTI D’ACCORDO NEL CONDANNARLI. Ma la  maggioranza di questi gruppi di giovani pacifisti caro  on.le Gasparri, ora presidente del pdl alla Camera, hanno esagerato molto meno di quanto abbiano esagerato con loro le generazioni passate. Gli abbiamo lasciato un mondo  del lavoro senza speranze, e una montagna di debiti. Da pagare. Il debito pubblico è questo, fottere il futuro dei figli. Non sono poveri, non ancora  Hanno il telefonino, il computer. Ma saranno poveri , nella logica del declino. Per la responsabilità, l’irresponsabilità, anzi, e l’egoismo di padri e nonni. Che cosa hanno da perdere nella protesta? Che cosa ci fanno perdere? Il futuro italiano è una bomba ad orologeria e questi ragazzi stanno cercando di innescare  il timer. Si può dire soltanto grazie alla grande maggioranza di loro, e di stare molto  attenti a chi hanno accanto. E’ giusto,  tutti insieme  uniamoci per condannare gli “sfascisti” che riescano sempre ad  inserirsi all’ultima ora creando danni e difficoltà alla stessa manifestazione pacifica degli studenti. Tutto il resto farà parte della nostra storia.

    Paolo Calamai Direttore Responsabile

    www.pratoreporter.it

     

    comunicati @pratoreporerte.it

     


    « Torna indietro | Fonte: http://www.pratoreporter.it | Stampa articolo | Condividi: Bookmark and Share

    Foto..

    Commenti

    • Guido Baiocchi (il 20/12/2010) scrive:

      Questa cricca di politici litigiosi che governano questa povera Italia, hanno proprio la faccia tosta: non si accorgono del malessere sociale che vivono i giovani disoccupati, gli studenti demotivati senza futuro, gli operai con i miseri stipendi, il lavoro che non c'è più come una volta. Le famiglie, i pensionati che non arrivano in fondo al mese. Mi domando, ma dove vivete, su Marte? No, vivono beati e contenti a Roma, nei palazzi papalini, affrescati e ovattati. Riscuotono stipendi tra i più alti del mondo. Ecco perchè non si accorgono di quello che succede fuori dai Palazzi. Una vera vergogna. Da me il voto se lo scordino.

    • calamai (il 20/12/2010) scrive:

      C'ERA VERAMENTE BISOGNO NELLA NOSTRA CITTA' DI UN GIORNALE APERTO CHE SI METTE A CONFRONTO e si cala nelle realta' e nei problemi quotidiani CON TUTTI I CITTADINI PUNTANDO ad ESPORRE PUNTI DI VISTA certamente DISCUTIBILI, MA PUR OBIETTIVI E DI VERA NUOVA E MODERNA INFORMAZIONE. Bravi un assiduo lettore

    • calamai (il 20/12/2010) scrive:

      Calamai, complimenti hai centrato il problema e lo hai esposto in maniera corretta sei veramente in gamba auguri per il giornale che dirigi e alla tua REDAZIONE . FRANCESCO.

    • Paolo Cecconi (il 20/12/2010) scrive:

      Sono completamente d'accordo con l'analisi fatta. E' vergognosa la proposta di Gasparri.

    • calamai (il 20/12/2010) scrive:

      Hai perfettamente ragione, ma come vedi questo giornale riesce a contrattare i cittadini e calarsi nei loro problemi, che poi sono i problemi di tutti noi. Contrariamente a certa stampa politicizzata e di regime che raccatta le veline fatte dagli altri.. auguri e buone feste Calamai. Comunque se tuo figlio vuole collaborare al giornale si faccia sentire!

    • una madre col figlio laureato e (il 20/12/2010) scrive:

      Mi riferisco all'onorevole Gasparri che fa parte dell'attuale governo.

    • Calamai (il 20/12/2010) scrive:

      Caro Gasparre, Non ho capito a chi ti riferisce spiegati meglio saluti CALAMAI

    • una madre (il 20/12/2010) scrive:

      Gasparre, il paparone dallo stipendio d'oro, e dalla pancia piena, come fa a credere ai bisogni di tanti giovani disoccupati

    1

Lascia un tuo commento sull'articolo

Iscriviti gratis al sito o effettua il login per lasciare il tuo commento!
Come posso lasciare un commento a questo articolo?
  1. Iscriviti gratuitamente al sito di PratoReporter, clicca qui per procedere.
  2. Una volta fatto, accedi alla mail (che hai indicato in fase di registrazione) e convalida l'account appena creato.
  3. Adesso è sufficiente accedere al tuo account, clicca qui per effettuare l'accesso.
  4. Torna all'articolo e vedrai al posto di questo messaggio lo spazio per lasciare il tuo commento.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie tecnici, analitici, di terze parte e di profilazione di terze parti. Clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento