Partecipa anche tu a Pratoreporter.it! - Dai il tuo contributo, fai sentire la tua voce! - Vuoi essere un giornalista, noi ti diamo la possibilità! - Vuoi bene alla tua città comunicaci le cose che non vanno e quello che vuoi mettere in risalto!
Logo Pratoreporter

"Notizie di Politica su Prato"

Mercoledì, 20 Gennaio 2021 - aggiornato alle 2:02

| Iscriviti gratis al giornale | Visite totali: 1.736.800 - Pagine viste: 18.943.627

90! Tombola! La paura........ di RIDERE!

Per la tua pubblicità qui

8.138

109.190

108

412

Sponsor

Creazione siti web

Di cosa parliamo..

Articoli simili pubblicati

  • Il dogmatismo l a ..

    il dogmatismo l a vera religine di bugetti e carlesi del pd a prato editoriale del direttore i citt.. Segue

  • Torna indietro
    Politica 17/02/2012 alle 13:10 Firma: Paolo Calamai Direttore Responsabile Stampa articolo

    IL DOGMATISMO L A VERA RELIGINE DI BUGETTI E CARLESI DEL PD A PRATO

    IL DOGMATISMO L A VERA RELIGINE

    DI BUGETTI E CARLESI DEL PD A PRATO

     

    Editoriale del direttore

     

     

     

    I cittadini pratesi sono stanchi, delusi, amareggiati, dei soliti attacchi inammissibili, assurdi, più volte offensivi rivolti a Roberto Cenni Sindaco della Città. Come si fa apertamente a dichiarare all'opinione pubblica che il Sindaco Cenni, deve dimostrare di essere pronto a governare correttamente la Città! Questo significa che il primo cittadino dalla Sua elezione ha commesso degli abusi. Quali sono queste inadempienze amministrative? Cara Sig.ra compagna Bugetti, chi rappresenta un partito democratico come il Suo, non può perdere il senso della ragionevolezza o “ragione,” come spesso a Lei accade. Mi azzardo a dirLe questo perchè sono un uomo di sinistra, quindi ho le carte in regola più di Lei per poterlo affermare. Lei continua con i Suoi atteggiamenti ad animare i totalitarismi, e a suggestionare i cittadini, mi sembra che non sia tanto “un latente pensiero religioso,” come di solito volete dimostrare in Città. Lei, forte del sostegno del capo gruppo del Pd in consiglio comunale Carlesi, si lancia in una passionale vocazione assolutistica, e una visione dogmatica, di caccia alle streghe, già superata dal tempo che fu! Lei si sente depositaria insieme al Suo capo gruppo in consiglio, di una superiore coscienza delle cose(di una verità) che tende più facilmente a sopraffare gli altri. Forse saprà, o si è dimenticata, o vi siete dimenticati a vicenda, che in Italia abbiamo avuto già nel passato una rappresentazione dolorosissima di questo genere. Una azione detestabile di superbia, che anima ogni risma di purificatori, raddrizzatori, correttori del mondo e dell'umanità. Lei insieme al Suo capo gruppo, fa parte di coloro che hanno così paura dell'errore che preferiscono sopprimere o incarcerarne il portatore. Tanta superbia e basta. Con il Vostro modo di fare ( poiché noi non siamo buoni, ci costringete ad esserlo). Devo dire che sono stato fortunato di sentirmi immune (in politica come nella vita), da ogni tentazione assolutistica. Deve essere per questo, che come giornalista sono decisamente imputabile per alcuni di lassismo. In compenso, per me, sarebbe innaturale opprimere o perseguitare alcuno per ”raddrizzarlo” o per costringerlo a onorare dogmi che non possiedo e non pratico. Sono contentissimo della mia libertà di espressione. Ma non non mi devo vantare troppo. Di questa naturale e forse eccessiva tolleranza: a furia di vantarmene, rischio di diventare stucchevole e vanitoso, spero sempre meno dei più zelanti  baciapalle.

    Paolo Calamai


    « Torna indietro | Fonte: http://www.pratoreporter.it | Stampa articolo | Condividi: Bookmark and Share

    Foto..

    Commenti

    Siamo spiacenti ma non sono ancora presenti commenti

Lascia un tuo commento sull'articolo

Iscriviti gratis al sito o effettua il login per lasciare il tuo commento!
Come posso lasciare un commento a questo articolo?
  1. Iscriviti gratuitamente al sito di PratoReporter, clicca qui per procedere.
  2. Una volta fatto, accedi alla mail (che hai indicato in fase di registrazione) e convalida l'account appena creato.
  3. Adesso è sufficiente accedere al tuo account, clicca qui per effettuare l'accesso.
  4. Torna all'articolo e vedrai al posto di questo messaggio lo spazio per lasciare il tuo commento.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie tecnici, analitici, di terze parte e di profilazione di terze parti. Clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento