Partecipa anche tu a Pratoreporter.it! - Dai il tuo contributo, fai sentire la tua voce! - Vuoi essere un giornalista, noi ti diamo la possibilità! - Vuoi bene alla tua città comunicaci le cose che non vanno e quello che vuoi mettere in risalto!
Logo Pratoreporter

"Notizie di Libri su Prato"

Lunedì, 08 Marzo 2021 - aggiornato alle 10:19

90! Tombola! La paura........ di RIDERE!

Per la tua pubblicità qui

3.312

25.861

369

1.849

Sponsor

Creazione siti web

Di cosa parliamo..

Nessun tags al momento

Articoli simili pubblicati

Nessun articolo simile trovato
  • Torna indietro
    Libri 11/03/2013 alle 12:13 Firma: pc/riceviamo e pubblichiamo Stampa articolo

    Il Centro Pecci presenta il volume "L'età dell'inconscio"

    "L'eta dell'inconscio.
    Arte, Mente e cervello dalla grande vienna ai nostri giorni"
    di Eric R.Kandel

     

    Con Marco Bazzini, direttore del centro per l'arte contemporanea luigi pecci di prato
    enrico grassi, neurologo della u.o. dell'ospedale di prato. studioso di neuroestetica e di neurobiologia del comportamento

     

     

    Dopo il grande successo del simposio internazionale di arte e neuroscienze organizzato al museo pecci nel novembre scorso, si parla ancora di arte e cervello con la presentazione del bellissimo lavoro del premio nobel Eric Kandel, che grazie alle sue straordinarie doti di divulgatore, descrive la rivoluzione che cambiò per sempre il modo di considerare la mente umana.
    "L'età dell'inconscio" aiuta a capire i meccanismi celebrali che rendono possibile la creatività nell'arte e nella scienza.
    Marco Bazzini, direttore artistico del Museo pecci e Enrico grassi, neurologo studioso di neuroestetica e neurobiologia del comportamento parleranno del libro analizzandone i più interessanti messaggi.

     

     

    Marco Bazzini

    Nato a Pistoia nel 1967. Laureato presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna, corso di Laurea in Discipline delle Arti Musica e Spettacolo, con una tesi sulla Pop Art italiana discussa con il prof. Renato Barilli, ha frequentato il corso di specializzazione “Economia e gestione dei beni museali” presso la facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Firenze. Ha svolto un’intensa attività didattica presso le accademie e l’università come insegnante in numerosi master e corsi di specializzazione, tra cui “Sistemi e professionalità nei musei di arte contemporanea”, promosso dal Castello di Rivoli in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino. É stato corrispondente per la rivista “Segno Attualità Internazionali d’Arte Contemporanea” e consulente per il progetto “TRA ART rete regionale per l’arte contemporanea” della Regione Toscana. Ha curato mostre e cataloghi per spazi pubblici e privati, tra cui: Marino Marini - La forma del colore (2001); Abitanti - arte in relazione (2002), presso Palazzo Fabroni arti visive contemporanee. Al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci è stato responsabile del Dipartimento Cultura (2003-2005) e ha curato le mostre: Art, Architecture, Utopie en Toscane 1966/1980, MAMCO, Ginevra, 2003; The Age of Metamorphosis: European Art Highlights from the Centro Pecci Collection, MoCA, Shanghai, Shanghai, 2006; Primo Piano. Parole, azioni, suoni, immagini da una collezione d’arte, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato, 2006. Da marzo 2007 è Direttore artistico del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato.

    Enrico Grassi

    Ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, la specializzazione in Neurologia presso la stessa Università, ed è Dottore di Ricerca in Neuroscienze con la tesi dal titolo “Il cervello destro di Ravel”. Parallelamente all’attività clinica, ha svolto attività di ricerca nel campo della biologia molecolare dei disturbi psichiatrici (Schizofrenia e Disturbi Bipolari) e delle malattie neurodegenerative (malattia di Alzheimer, Demenze Fronto-Temporali, Malattie Extrapiramidali). Ha lavorato al Centre de Recherche sur le Genome Humain di Evry (Parigi), perfezionando le metodiche di linkage genetico. Da febbraio del 2000 è Dirigente Medico di I° livello presso la U.O. di Neurologia dell’Ospedale di Prato dove è responsabile del Centro dei Disturbi del Movimento e dell’Ambulatorio per le Cefalee. Studia da molti anni i rapporti tra Arte e Cervello interessandosi prevalentemente di Neurologia della Musica e di percezione visiva. Da maggio 2006 è Professore a contratto in Neurologia presso la Scuola di Specializzazione di Neurologia dell’Università degli Studi di Firenze. E’ Presidente eletto della Toscocef, Associazione Neurologi Toscani per lo studio delle Cefalee.


    « Torna indietro | Fonte: Pratoreporter.it | Stampa articolo | Condividi: Bookmark and Share

    Foto..

    Commenti

    Siamo spiacenti ma non sono ancora presenti commenti

Lascia un tuo commento sull'articolo

Iscriviti gratis al sito o effettua il login per lasciare il tuo commento!
Come posso lasciare un commento a questo articolo?
  1. Iscriviti gratuitamente al sito di PratoReporter, clicca qui per procedere.
  2. Una volta fatto, accedi alla mail (che hai indicato in fase di registrazione) e convalida l'account appena creato.
  3. Adesso è sufficiente accedere al tuo account, clicca qui per effettuare l'accesso.
  4. Torna all'articolo e vedrai al posto di questo messaggio lo spazio per lasciare il tuo commento.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie tecnici, analitici, di terze parte e di profilazione di terze parti. Clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento