Partecipa anche tu a Pratoreporter.it! - Dai il tuo contributo, fai sentire la tua voce! - Vuoi essere un giornalista, noi ti diamo la possibilità! - Vuoi bene alla tua città comunicaci le cose che non vanno e quello che vuoi mettere in risalto!
Logo Pratoreporter

"Notizie di Libri su Prato"

Lunedì, 08 Marzo 2021 - aggiornato alle 10:17

90! Tombola! La paura........ di RIDERE!

Per la tua pubblicità qui

3.312

25.852

369

1.840

Sponsor

Creazione siti web

Di cosa parliamo..

Nessun tags al momento

Articoli simili pubblicati

Nessun articolo simile trovato
  • Torna indietro
    Libri 08/12/2011 alle 16:05 Firma: Paolo Calamai Direttore Responsabile Stampa articolo

    GIANQUIDO BREDDO CUCINA RUSSA

     

     GIANQUIDO  BREDDO

      “Storia e filosofia della cucina russa”

     

    Un prezioso libro di cucina che racconta le ricette……attraverso la storia e la filosofia. E’ l’ultima fatica di Gianguido Breddo, figlio del pittore Gastone, che da anni si trova in Russia, a Samara dove è diventato console onorario per l’Italia per la Regione del Volga e del Tartastan. Si intitola “Storia e filosofia della cucina russa”, stampato dall’editore pratese Zella a Firenze e verrà ufficialmente presentato il 17 dicembre nel capoluogo toscano presso l’Accademia italo -russa, e di seguito a Prato, Ancona, Livorno, Palermo e così via.

    Breddo, che è iscritto all’associazione dei giornalisti russi è autore di diversi libri che riguardano l’alimentazione e scrive per giornali e riviste specializzate. Si interessa ancora di arredamenti ma la sua passione è quella della cucina ed ha spiegato in diverse monografie i fondamenti della cucina italiana, in particolare la pasta (suo il libro “Pasta, un’arte italiana” pubblicato da un editore russo), l’0lio extravergine e la pizza.

    L’attuale pubblicazione, di grande formato e riccamente illustrata, accoglie, in 160 pagine, come parte centrarle un excursus legato alla cucina sulla storia russa e la sua filosofia sulle abitudini alimentari, dal lontano Medioevo, attraverso gli Zar e fino ad oggi. Un libro, dunque, di assoluta novità su una cucina per molti versi sontuosa ma allo stesso tempo povera e contraddittoria anche se diventa affascinante e intrigante. E Breddo sostiene che non è facile affrontare la riproduzione di un piatto se prima non si conosce bene la storia e la filosofia di un popolo.

    Ed ecco che, accanto alla lunga ed esauriente ricostruzione storica, il soffermarsi sulle caratteristiche principali di questa cucina: il caviale, il tè, il samovar, la tavola della festa ecc. Per poi arrivare alle ricette vere e proprie che affondano le loro radici in una tradizione millenaria e ne conservano i principi fondamentali. Il libro è già in vendita in tutte le librerie di Prato

     

    Paolo Calamai


    « Torna indietro | Fonte: http://www.pratoreporter.it | Stampa articolo | Condividi: Bookmark and Share

    Foto..

    Commenti

    Siamo spiacenti ma non sono ancora presenti commenti

Lascia un tuo commento sull'articolo

Iscriviti gratis al sito o effettua il login per lasciare il tuo commento!
Come posso lasciare un commento a questo articolo?
  1. Iscriviti gratuitamente al sito di PratoReporter, clicca qui per procedere.
  2. Una volta fatto, accedi alla mail (che hai indicato in fase di registrazione) e convalida l'account appena creato.
  3. Adesso è sufficiente accedere al tuo account, clicca qui per effettuare l'accesso.
  4. Torna all'articolo e vedrai al posto di questo messaggio lo spazio per lasciare il tuo commento.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie tecnici, analitici, di terze parte e di profilazione di terze parti. Clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento