Partecipa anche tu a Pratoreporter.it! - Dai il tuo contributo, fai sentire la tua voce! - Vuoi essere un giornalista, noi ti diamo la possibilità! - Vuoi bene alla tua città comunicaci le cose che non vanno e quello che vuoi mettere in risalto!
Logo Pratoreporter

"Notizie di Inchieste su Prato"

Giovedì, 18 Ottobre 2018 - aggiornato alle 9:47

Sanità | Ambiente | Traffico | Lavoro | Iscriviti gratis al giornale | Visite totali: 1.246.582 - Pagine viste: 14.223.505

90! Tombola! La paura........ di RIDERE!

Per la tua pubblicità qui

5.257

89.983

517

3.070

Sponsor

Creazione siti web

Di cosa parliamo..

Nessun tags al momento

Articoli simili pubblicati

Nessun articolo simile trovato
  • Torna indietro
    Inchieste 29/01/2013 alle 00:39 Firma: L'ultimo dei Mohicani Stampa articolo

    MPS DI SIENA CHI TIRA LE CINGHIE ORA?

     

     

    BERSANI DICE: - ”SBRANEREMO TUTTI QUELLI CHE ATTACCANO PER LA VICENDA MPS”-

    BEPPE GRILLO RISPONDE -  MA LUI IN 20 ANNI NON HA MAI SBRANATO BERLUSCONI! -

     

    AIUTI DI CIRCA 4 MILIARDI DI EURO E' L'IMPORTO DEL PRESTITO DEL TESORO TRAMITE I MONTI BOND APPROVATO ANCHE DALLA BANCA D'ITALIA.

     

    I magistrati indagano su operazioni finanziarie spericolate e dannose fatte per occultare perdite di bilancio o per raggiungere obiettivi di fatturato che comportano bonus ai manager

     

    Un filone dell'inchiesta segue la pista di movimenti di denaro estero su estero relativi alla compravendita della Banca Antonveneta. Si parla di possibili fondi neri e mazzette per 1,5-2 miliardi di euro.

     

    L'inchiesta si sta occupando anche di possibili turbative di mercato sul valore delle azioni Mps e sulla mancata comunicazione agli organi di vigilanza di operazioni finanziarie troppo speculative.

     

     

     

    C'è in giro un contro-vento e una ventata di benevola attenzione ed attesa tra i partiti specialmente in Toscana attorno al crack del Monte dei Paschi di Siena, sulle dimissioni di Giuseppe Mussari e sul fango che sta piovendo sul Partito Democratico e il mondo cooperativo e politico. A Siena il popolo mormora di un inciucio “tutto toscano” così lo definiscono in piazza del Palio a Siena . IN QUESTI CASI è DIFFICILE NON PARLARE O PENSARE DI UN “ eventuale intreccio tra finanza e politica. Alcuni esponenti politici dei partiti Pd -Pdl hanno lavorato molto in questi anni e hanno nominato vari membri nel consiglio di amministrazione e nell'organo del collegio dei sindaci revisori. Non a caso alcuni continuano a tacere sulle dimissioni di Mussari. Nella galassia del Gruppo Montepaschi erano presenti in forza uomini che rispondevano proprio ai due schieramenti con vari consiglieri anche di quota dell’istituto di credito senese del Polo delle Libertà e del Pd . Uomini inseriti in ruoli fondamentali per gli ingranaggi del gruppo Montepaschi che ora rischia il commissariamento. IL sistema vacilla, le banche ai partiti hanno sempre fatto gola. Non Vorremmo sbagliarci, ma in pentola l'acqua bolle....e se bolle!..... anche troppo forte. REGGERANNO I COPERCHI?

     

    L'ULTIMO DEI MOHICANI


    « Torna indietro | Fonte: http://www.pratoreporter.it | Stampa articolo | Condividi: Bookmark and Share

    Foto..

    Commenti

    Siamo spiacenti ma non sono ancora presenti commenti

Lascia un tuo commento sull'articolo

Iscriviti gratis al sito o effettua il login per lasciare il tuo commento!
Come posso lasciare un commento a questo articolo?
  1. Iscriviti gratuitamente al sito di PratoReporter, clicca qui per procedere.
  2. Una volta fatto, accedi alla mail (che hai indicato in fase di registrazione) e convalida l'account appena creato.
  3. Adesso è sufficiente accedere al tuo account, clicca qui per effettuare l'accesso.
  4. Torna all'articolo e vedrai al posto di questo messaggio lo spazio per lasciare il tuo commento.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie tecnici, analitici, di terze parte e di profilazione di terze parti. Clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento