Partecipa anche tu a Pratoreporter.it! - Dai il tuo contributo, fai sentire la tua voce! - Vuoi essere un giornalista, noi ti diamo la possibilità! - Vuoi bene alla tua città comunicaci le cose che non vanno e quello che vuoi mettere in risalto!
Logo Pratoreporter

"Notizie di Cronaca su Prato"

Mercoledì, 17 Luglio 2019 - aggiornato alle 16:51

Prato | Montemurlo | Carmignano | Vaiano | Poggio a Caiano | Vernio | Cantagallo | Italiana | Periferia | Iscriviti gratis al giornale | Visite totali: 1.407.498 - Pagine viste: 15.913.303

90! Tombola! La paura........ di RIDERE!

Per la tua pubblicità qui

12.060

98.088

669

4.257

Sponsor

Creazione siti web

Di cosa parliamo..

Articoli simili pubblicati

Nessun articolo simile trovato
  • Torna indietro
    Cronaca 18/01/2016 alle 15:54 Firma: redazione Stampa articolo

    il Presidente della Camera Penale di Prato replica al Segretario CGIL Iorio

    Riceviamo e volentieri pubblichiamo la replica del Presidente della Camera penale di Prato, Avv. Mauro Cini, al segretario della  Funzione Pubblica CGIL che con una nota aveva criticato la presa di posizione del Presidente Avv Cini nell'assemblea della Camera Penale pratese tenuta  nei locali del Tribunale di Prato lo scorso 12 Gennaio. L'Avv. Cini nel suo comunicato a termine della stessa assemblea aveva denunciato a tutto tondo le varie carenze che impediscono di soddisfare la richiesta di giustizia dei cittadini , un'analisi di buon senso che  evidentemente non è piaciuta all Segretatrio della Funzione CGIL Sig. Iorio che rispondeva con un duro comunicato respingendo ogni criticità emersa e denunciata dal Presidente Cini. di seguito la replica integrale del Presidente Avv. Cini. (foto in copertina)

     

    "ma la frittata non l'abbiamo fatta noi !"

    "Sinceramente spiace dover constatare come la “Funzione Pubblica CGIl” – con parole attribuite dalle edizioni locali de “La Nazione”, de “Il Tirreno” e di “Notizie di Prato” al suo segretario Sig. Giovanni Iorio -  abbia voluto stigmatizzare strumentalmente concetti che,  durante l’assemblea della Camera Penale di Prato del 12.01.2016, nessuno, a cominciare dal Presidente, ha mai espresso e che peraltro non si rinviene neppure negli articoli di stampa che abbiamo avuto modo di esaminare. Riteniamo peraltro che quanto scritto dagli organi di stampa di maggior diffusione locale non potesse neppure  essere equivocato,  così come invece interpretato nel comunicato stampa sopra menzionato, e  così come d’altro canto non sembrano averlo equivocato altri soggetti  istituzionali che hanno commentato l’iniziativa e i contenuti con favore.  E ciò ci è di conforto !

    Evidentemente quanto scritto dal Sig. Iorio, con un livore comunque degno di miglior causa,  è dovuto , al solo scopo di ribadire la sua provocazione –  ma forse a questo punto sarebbe meglio dire proposta – di sopprimere il Tribunale di Prato, accorpandolo con quello di Firenze.

     Se infatti si fossero almeno letti gli articoli pubblicati dai giornalisti presenti all’assemblea si sarebbe potuto verificare che :

    1.      Tutti gli interventi hanno preso le mosse dalla genetica inadeguatezza della pianta organica dei magistrati e del personale amministrativo del Tribunale a soddisfare le esigenze della città dalle ancor più gravi e croniche sopravvenute “scoperture d’organico”.

    2.      Seppur con modi e argomenti diversi, tutti coloro che hanno preso la parola hanno criticato la “sordità” del ministero e, più in generale, della politica.

    3.       Il presidente della Camera Penale  non ha lamentato l’assenza del personale o dei sindacati – che effettivamente ma coerentemente allo spirito dell’assemblea e del suo ordine del giorno, non erano stati invitati – ma ha registrato l’assenza della dirigente amministrativa, che invece era stata invitata a partecipare in uno con il Presidente del Tribunale e il Procuratore della Repubblica, che invece sono cortesemente intervenuti  ;

    4.      che, infatti, lo scopo e l’ordine del giorno dell’assemblea era proprio quello di esaminare possibili soluzioni organizzative che,  pur con le scarse risorse attualmente disponibili, consentissero di dar attuazione effettiva al diritto di difesa, visto che anch’esso è un valore costituzionale che non può essere sistematicamente limitato o compromesso evocando la sempiterna “ carenza d’organico” senza che nessuno si preoccupi di trovar un qualche rimedio;

    5.      che infatti l’assemblea aveva una spirito propositivo, volto all’ottimizzazione delle risorse esistenti, la quale forse eviterebbe anche che i singoli dipendenti debbano compiere quei sacrifici individuali evocati dallo stesso Sig. Iorio senza che il Tribunale nel suo complesso riesca ad offrire un servizio adeguato ai cittadini;

    6.      che tale spirito è stato colto ed apprezzato non solo dal Presidente del Tribunale Dr. Pisano e dal Procuratore Dr. Nicolosi, concordi nell’ istituire con l’Ordine degli Avvocati un tavolo permanente che si occupi di questi problemi, ma anche dal sindaco Biffoni (vedi “Notizie di Prato”, ed. 14.01.2016);

    7.      che questi argomenti sono sostenuti pubblicamente da tempo dai penalisti pratesi, tutt’altro che silenti sul punto e che anzi li ribadirono anche lo scorso giugno, durante l’assemblea aperta svoltasi nell’aula collegiale del Tribunale, alla presenza anche  di esponenti sindacali, che presero a loro volta la parola, a cui fra l’altro fece seguito la proclamazione dello stato di agitazione prima dell’astensione dalle udienze dei giorni scorsi;

    8.      Che, la metafora culinaria  sul “fare la frittata con le uova che si hanno a disposizione”, coniata peraltro l’estate scorsa dall’allenatore della Fiorentina senza che nessuno se ne adombrasse, non era riferita ai dipendenti né soprattutto, aveva alcun intento denigratorio, ma  faceva esclusivo riferimento al fatto che per esercitare correttamente  un mandato difensivo non si può scendere al di sotto di un minimo garantito di servizi utilizzabili in concreto e in maniera decorosa ;

    E allora se c’è qualcuno che questa volta  ha “fatto la frittata” non è certo la Camera Penale di Prato.

    In ultimo ma non ultimo vogliamo ricordare il contenuto dell’intervento del rappresentante dell’Ordine degli avvocati di Prato intervento in assemblea  che ha lamentato come a volte si abbia l’impressione che non tutti si rendano conto che, al Tribunale di Prato siamo sulla stessa barca e dovremmo remare nella medesima direzione .

    Con la speranza di aver chiarito, ove ce ne fosse stato bisogno l’evidente fraintendimento cui è incorso il Sig. Iorio e che comunque non giustificherebbe le espressioni irriguardose e gratuite utilizzate dallo stesso nel comunicato, vogliamo ancora credere che di frainteso si tratti e che si possa tutti collaborare per ottimizzare quanto meno le risorse esistenti."

                                                                                                                                              CAMERA PENALE PRATO
                     IL PRESIDENTE

     



    « Torna indietro | Fonte: http://www.pratoreporter.it | Stampa articolo | Condividi: Bookmark and Share

    Foto..

    Commenti

    Siamo spiacenti ma non sono ancora presenti commenti

Lascia un tuo commento sull'articolo

Iscriviti gratis al sito o effettua il login per lasciare il tuo commento!
Come posso lasciare un commento a questo articolo?
  1. Iscriviti gratuitamente al sito di PratoReporter, clicca qui per procedere.
  2. Una volta fatto, accedi alla mail (che hai indicato in fase di registrazione) e convalida l'account appena creato.
  3. Adesso è sufficiente accedere al tuo account, clicca qui per effettuare l'accesso.
  4. Torna all'articolo e vedrai al posto di questo messaggio lo spazio per lasciare il tuo commento.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie tecnici, analitici, di terze parte e di profilazione di terze parti. Clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento